home
biogr.
english
español
français
한 국 어
1976/95
1996
1997
1998
1999
2000
2001
2002
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
2015
2016
2017


La venerata immagine della Beata Vergine di S. Luca torna al suo Santuario
Preghiera di saluto
20 maggio 2007


Santa Madre di Dio,

il bisogno più forte che sentiamo nel cuore in questo momento è di ringraziarti. Grazie per la visita che hai fatto alla nostra città. Una visita che compi fedelmente ai tuoi figli da oltre cinquecento anni; una visita da essi amata, desiderata, festeggiata, anche se quest’anno è stata disturbata da gesti inconsulti, di cui il popolo bolognese sa bene cosa pensare.

Santa Madre di Dio,

nel momento in cui stai per ritornare nel tuo santuario – presidio ed onore della nostra città – vogliamo ancora una volta affidare alla tua intercessione i nostri desideri più profondi.

- Chiedi al tuo divino Figlio che non lasci senza pastori le nostre comunità. Ispiri a tanti giovani la passione per il suo Regno; faccia sentire prepotente il fascino di donarsi totalmente a Lui per il bene eterno dell’uomo. Ottienici che il nostro Seminario rifiorisca.

- Ti raccomandiamo le nostre famiglie: tutte e ciascuna. Sei stata tu ad ottenere dal tuo Figlio il primo miracolo, perché fosse custodita la gioia degli sposi di Cana. A quante insidie ed attacchi è esposta questa invenzione della sapienza del Creatore, il matrimonio e la famiglia! Dona la necessaria fortezza ai tanti sposi che desiderano vivere nella giustizia, nella verità, nella bellezza il loro amore coniugale. Non permettere che nei cuori dei nostri giovani si estingua la stima dell’amore coniugale.

- Ti raccomandiamo i nostri giovani: sono il patrimonio più prezioso della nostra città e della nostra Chiesa. Quanti di loro si sono inginocchiati in questi giorni davanti alla tua immagine! Ma quanti stanno dilapidando il tesoro della loro giovinezza!

Noi ti preghiamo ora per gli uni e per gli altri, e te li affidiamo tutti. Proteggili, difendili, conducili al tuo divino Figlio.

Ora ritorni al tuo santuario, posto a guardia della nostra città: proteggila sempre da ogni pericolo.